Differenza tra fantasia e immaginazione

Molto spesso si confondono i termini, e dunque i concetti, di ‘fantasia’ e ‘immaginazione’.

Se con “fantasia” si indica la capacità di vedere o visualizzare cose e situazioni, una capacità che resta un po’ chiusa in se stessa, l’ immaginazione permette di creare o modificare una realtà: immaginare rientra nel campo dell’esperienza, è un’azione condivisibile con gli altri, percepibile in qualche modo.

“Io ho immaginazione, non fantasia” sosteneva Gaudi e quando lo ho letto la prima volta mi sono quasi commossa, come quando ritrovi in altri i tuoi stessi pensieri.

Forse l’immaginazione è un senso, un ponte tra ciò che siamo e tutto il resto e la differenza tra questa ultima e la fantasia è la stessa che c’è tra credere e sapere.

Scrive Anne Wilson, in un saggio che dedica all’argomento:

L’immaginazione lavora per comprendere il mondo esterno al di là delle preoccupazioni solipsistiche del mondo interiore e per affrontarlo efficacemente. L’immaginazione è, inoltre, un potere creativo della mente che può saltare a concetti nuovi e visioni uniche della vita, mentre la fantasia è confinata al familiare, poiché si occupa solo dell’espressione dell’immutabile ceppo comune dei sentimenti umani.

Arte in corso

Il 30 e 31 ottobre, due giornate da non perdere a Castel Gandolfo.
Workshop e corsi per tutti, in collaborazione con La Musa Mosaici e Profilidarte Patrizia Piccioni

Mosaico, pittura, ceramica e scultura

Vi aspettiamo, per avere maggiori informazioni e prenotarvi potete visitare il sito arteincorso.it

Sulla coerenza

Recentemente qualcuno mi ha chiesto “perché le sirene?”

La sirena è un essere mitologico che, per me, simboleggia la coesione tra mondi in (apparente?) contrapposizione.

In origine tra terra e cielo (le sirene erano raffigurate metà uccello e metà donna), nell’interpretazione che più comunemente conosciamo invece, tra terra e mare.

Le contraddizioni sono, nella nostra società, un qualcosa da non mostrare, di negativo e la coerenza è invece una virtù ammirevole.

Ma se la coerenza, così come socialmente riconosciuta, fosse invece una gabbia?

Non siamo in fondo tutti “mostri” («ciò che esce dal comune», «l’essere straordinario») intenti a nascondere troppo spesso ali, pinne, squame e altre “deformità”?

E se in questa ricerca di coerenza e omologazione perdessimo ciò che ci rende eccezionali, proprio come la sirenetta di Andersen che sacrifica la sua meravigliosa voce per un paio di gambe?

CERAMICS & MORE 2021

SIAMO GIUNTI ALLA SETTIMA EDIZIONE DI “CERAMICS… AND MORE”, LA MANIFESTAZIONE ANNUALE FINALIZZATA A PROMUOVERE L’ARTE E L’ARTIGIANATO.

L’evento è organizzato e promosso da Forni De Marco Srl (www.fornidemarco.it ), azienda leader nel settore della costruzione di forni elettrici e per la vendita di prodotti e materie prime per la realizzazione di opere in ceramica.

Ceramics… and more” è un evento in cui i maestri artigiani, ceramisti, decoratori, orafi, scultori, trovano uno spazio per esporre le proprie opere, ma anche un spazio dove poter fare dimostrazioni pratiche di tecniche e metodi di lavorazione, classici ed innovativi, all’interno del proprio ambito artistico, interessante sia per i visitatori occasionali che per gli addetti ai lavori.

La manifestazione, si terrà il 2 e 3 ottobre 2021 nella splendida cornice del Salone degli Onori del “Museo delle Civiltà” in Piazza Guglielmo Marconi, 8 a Roma.