Blog

Nostalgia del mare

Nostalgia del mare

La prima volta che ho sentito il mare in una conchiglia avevo circa 7,8 anni. Eravamo a Santo Stefano e sul porto c’era una bancarella che esponeva conchiglie bellissime e lucenti di tutti i tipi. Mia madre me ne avvicinò una all’orecchio e io, dopo attenta analisi per constatare che non ci fosse dentro nulla e ascoltata la spiegazione che era l’aria a generare quel rumore, pensai che quello fosse il suono della conchiglia che ricordava il mare, una memoria che riecheggiava all’interno di quella spirale all’infinito, o almeno finché non fosse stata di nuovo restituita all’acqua.

Corso online di mosaico e ceramica

Corso online di mosaico e ceramica

Collaborazione con La Musa Mosaici

Doppia esperienza…….Proposta di Natale….

  • Corso di Mosaico: 4 video lezioni dove ti spiegheremo passo passo le tecniche, i materiali, la tessitura, il progetto e la realizzazione per creare un oggetto in mosaico. Spedizione a domicilio del materiale. Costo 60€.
  • Corso Ceramica e Modellato per principianti.: 5 video lezioni, supporto su whatsapp, materiali didattici e link utili. Costo 60€.

Se acquisti entrambi i corsi il costo sarà di 100€.

Acquistando prodotti in entrambi i negozi on line, riceverai un buono sconto.

storia di un barbagianni

storia di un barbagianni

In un periodo non bene identificato della mia infanzia, per alcuni anni, sul finire dell’estate si andava una sera a cena da una mia zia. Questa zia, della quale non ricordo molto, aveva un grande giardino (o forse piccolo, ma tutto è relativo), nel quale si diceva abitasse un barbagianni.
Non avevo idea di cosa fosse e mi spiegarono che era un uccello… Ogni anno ero sempre più incuriosita, mi dicevano “guarda là tra i rami.. lo vedi?” Ma non sono mai riuscita a vederlo.. forse perché tra i rami cercavo un essere con il corpo da uccello, la faccia da Gianni e una folta barba nera.. non vi so descrivere bene la faccia da Gianni, ognuno se la immagini come vuole.. fatto sta che il non vederlo un po’ mi dispiaceva ma allo stesso modo mi rasserenava perché in effetti un po’ mi spaventava l’idea di una faccia barbuta che spuntava da un albero. Quando ho scoperto che il tema del Pottery Show sarebbe stato “giardino” e ho iniziato a pensare a quello che volevo realizzare, non so perché, mi è venuto in mente quel giardino e quell’uccello misterioso.. strana cosa la memoria 

The Pottery Show 2020

The Pottery Show 2020

“In mostra opere di 20 artisti ceramisti sul tema “Giardino”. Vediamo ceramiche contemporanee e uniche interamente fatte a mano per completare l’arredamento d’interni e esterni, come piatti, tazze, vasi, cesti, brocche e scultura da giardino.
Ideatrici ed organizzatrici dell’evento: Karin Lindström e Lethicia Meeuwes
I ceramisti, tutti presenti all’evento pronti ad accogliervi e di guidarvi, sono di vari nazionalità di origine ma tutti attivi nella regione Lazio, maggior parte zona Castelli Romani.
La location e’ il splendido Vecchio Podere, a Grottaferrata, e la mostra si svolge sia all’esterno nel delizioso parco che all’interno del casale con totale circa 500 metri quadri di superficie espositiva. Tutto questo spazio permette tranquillamente il distanziamento sociale. La mascherina e’ obbligatoria all’interno della location. Durante i tre giorni di mostra ci saranno piccoli laboratori/dimostrazioni nel giardino e alcuni appuntamenti come la presentazione del libro “Cento Teiere” di Karin Lindström, performance di danza contemporanea e un appuntamento con maestro ceramista e storico Pino Pulitani sulle storia della ceramica dei castelli romani e sulle argille scavate nel territorio. Per il programma completo vi invitiamo a consultare il sito Fb di The Pottery Show. 
Un benvenuto a tutti, grandi come piccoli, l’ingresso e’ gratuito!
25,26 e 27 Settembre orario continuato 10.00-20.00”